Nicola Batavia Chi sono

“Sono un uomo fortunato, uno di quelli che ha trasformato la passione in lavoro e lo fa ogni giorno con lo stesso entusiasmo. 

Sono un cuoco italiano, uno chef che crede nella cultura dell’alimentazione, nella qualità e stagionalità dei prodotti e ricercatezza dei piatti”.

nicola-batavia

Nicola Batavia (Torino, 3 maggio 1966) è un cuoco italiano.

Durante gli anni in cui frequenta l’Istituto Alberghiero di Torino, forte degli insegnamenti di docenti d’eccellenza, arrivano le prime esperienze lavorative: a 16 anni si autofinanzia la gita scolastica ad Amsterdam insegnando agli studenti dell’Istituto Alberghiero della città come si impasta il pane. Sempre tramite l’Istituto Alberghiero di Torino e su suggerimento del suo professore di pasticceria (nonché creatore della ben nota brioche Fiesta della Ferrero) accetta di trasferirsi a Londra per un lavoro stagionale in uno dei ristoranti del marchio Spaghetti House.

A Londra rimane per ben sei anni. Perfeziona la lingua, si iscrive al College, si appassiona di design tanto che più avanti negli anni terrà anche delle lezioni universitarie. Torna in Italia, svolge il servizio militare, e ritorna ancora in Inghilterra, dove continua a collaborare con i più importanti ristoranti della città.
A 21 anni va in Thailandia per una partnership gastronomica promossa dal ristorante londinese in cui lavorava, e qui scopre i sapori e i profumi d’oriente.

Alla fine degli anni 90’ torna in Italia. Appena rientrato, con un socio apre il ristorante Le tre Galline; nel frattempo si specializza in cucina piemontese lavorando anche presso due ristoranti stellati dell’astigiano. Nel 1993 apre il suo ristorante ‘Il Birichin. Nel giro di pochi anni, sempre a Torino, apre tre locali molto diversi tra loro: il Nicomangia; le Putrelle e il Bistrot, lanciati e avviati e poi rivenduti.

Tra il 2002 e il 2004 frequenta dei corsi di altissima formazione a Lione e San Sebastian, città culto della cucina in Francia, da rinomati chef stellati.

Nel 2006 viene scelto come chef ufficiale per le Olimpiadi invernali di Torino. Nel 2006 riceve anche la Stella Michelin, prestigioso riconoscimento internazionale che nel 2008 restituisce, perché secondo il suo parere è troppo spesso legato ai formalismi della struttura ristorativa e della forma, più che alla qualità del cibo e alla sostanza di quanto preparato in cucina. Questa scelta controcorrente non frena la crescita e il percorso professionale dello chef Batavia.

Nel 2008 e nel 2012 viene chiamato e richiamato in qualità di chef ufficiale Nike per le Olimpiadi di Pechino e Londra. In tali occasioni cucina per sportivi come Michael Phelps e Maria Sharapova.

Nel 2009 è il primo cuoco italiano a tenere un corso di cucina e cultura alimentare italiana in Qatar presso la University of Doha, una delle più importanti Università del Golfo Persico. Poco dopo tiene delle Masterclass sulla cucina Mediterranea nel Westminster College and University of West London.

Nello stesso anno è in Cina per una consulenza professionale, poco dopo in Corea a Seul come Chef ufficiale per la Pasta De Cecco.

Sempre nel 2009 presta una consulenza per l’apertura di un ristorante a Casablanca.

Nel 2011 apre ‘Casa Batavia’, il suo primo ristorante londinese a Nottingh Hill, poi ceduto per altri progetti.

Dal 2013 è World Ambassador Chef di Lavazza.

A marzo 2014 apre, di fianco al noto Birichin, The Egg – Semplice come un uovo, bistrò gourmet deal menu interamente dedicato all’uovo, che diventa all’occorrenza una scuola di cucina one to one, una esclusiva location per eventi pubblici, privati, aziendali e tanto altro ancora. A luglio 2015 The Egg si sposta all’EXPO di Milano, all’interno del padiglione delle biodiversità.

Il successo di The Egg è tale che viene aperta una seconda sede a Venezia, all’ultimo piano del prestigioso Hotel Danieli: The Egg Nicola Batavia @Hotel Danieli è la versione del format appositamente adattata alla realtà della Laguna.

Nicola Batavia è spesso ospite in TV sui maggiori canali nazionali e internazionali, è autore insieme a Massimo Roscia del libro “Chef & Gourmet – Diario semiserio di un grande cuoco e di un discreto buongustaio”; propone a suo nome una serie di prodotti ricercatissimi, dalle confetture a una selezione di oli d’oliva molto apprezzati, tanto che vengono utilizzati anche da altri chef; ha lanciato con Smartbox una gift box per veri gourmet; è costantemente impegnato nella promozione della cultura del cibo italiano di qualità in tutto il mondo.

Nicola Batavia è chef della Compagnia degli Chef, un gruppo che riunisce cuochi accomunati non semplicemente dal fare lo stesso “lavoro”, ma dal modo in cui vogliono farlo: valorizzando il buono e il bello e, soprattutto, divertendosi nel farlo e nello stare insieme. Da qui la scelta di chiamarsi “Compagnia”…

Lo chef Batavia è inoltre anche membro della prestigiosa Euro Toques, Unione Europea dei cuochi, una realtà di alto profilo che promuove l’arte della cucina attraverso l’opera dei più bravi chef del Vecchio Continente.