Incredibile ma vero! Siamo riusciti anche in queste settimane ad avere ospiti al Birichin alcune amiche blogger!

Da diversi anni la cucina del Birichin si apre per cucinare insieme a voi: clienti di lunga data, nuovi amici, blogger, colleghi ristoratori.

Come diciamo sempre, non abbiamo nulla da nascondere e abbiamo tanto da condividere. 

chef batavia

La cucina per noi è creatività, passione, immersione in un mondo altro fatto di accostamenti inconsueti, ricordi di viaggio, suggestioni, rischi, colori.

Ci piace giocare con voi, aprirvi la nostra cucina e farvi immergere nel nostro mondo.

E allora ogni volta Chef Batavia cucina insieme a voi, accompagnandovi nella storia della sua cucina che dal 1993 a oggi ha fatto il giro del mondo: apre i barattoli delle spezie e vi racconta quei profumi uno ad uno; e poi il mondo delle uova, e poi quello delle tecniche e della sapienza, e poi quello tutto suo fatto di sorpresa e inatteso.

Questa volta quattro nuove amiche blogger ci hanno raggiunto nella cucina del Birichin: Graziella di Papille Brille; Valentina di La_V; Alessia di piatti_distratti;  Clara di Clarainthemirror.

Il meccanismo è semplice: di volta in volta le nostre amiche o amici ci raggiungono verso le 12.30 e dopo una prima immersione nella storia del Birichin – insieme a un bel calice di vino – si estraggono i piatti da cucinare. E poi si passa all’opera: tutti ai fornelli – proprio così, quelli professionali della cucina dello Chef – accompagnati da Chef Batavia e il suo staff. Per poi concludere intorno al tavolo con i piatti appena cucinati!

Le nostre amiche hanno preparato:

  • Uovo 1993 – Alessia 
  • Tuorlo d’uovo nella farina di castagne riso su crema di zucca, caramello, Barolo chinato e pop-corn di amaranto – Valentina
  • Uovo di quaglia avvolte nella polvere di zucca, spinacio, maionese di wasabi e cialde di ceci – Graziella
  • Risotto erbette, limone, uovo su estratto di verdure, maialino essiccato – Clara 

Il tutto anticipato da un Gin Tonic preparato dallo Chef insieme al Gin Agricolo Blagheur, per poi proseguire con Na Vota, lo speciale Ruché di Castagnole Monferrato DOCG di di Cantine Sant’Agata.

Il risultato? Le foto parlano da sé!

E in un momento così delicato, prendiamo ancora più coscienza del fatto che…

La cucina può e deve renderci più felici, arricchendo il nostro spirito creativo, ampliando i nostri immaginari, aiutandoci nella condivisione e trasportandoci nella bellezza!

cucinare con uno chef torino